Al Presidente della RAI
al Direttore Generale RAI
Alla Commissione Parlamentare di Vigilanza RAI
E p.c.
Al Ministro per la Famiglia e Disabilità
Al Ministro dell’Istruzione
Al Ministro dello Sviluppo Economico
Al Gruppo Interparlamentare Famiglia, Vita e Libertà

Oggetto: Chiusura del programma su Rai 3, “ La Lavagna”. I bambini non si confondono.
Illustrissima Presidente Rai,
Illustrissimi Ministri della Repubblica Italiana
Con la presente lettera, il Movimento Evangelico Famiglie Italiane, sottopone alla vostra attenzione, la propria posizione, espressa da numerosi padri e madri italiani di fede Cristiana Evangelica. Pur non scadendo nella retorica della famiglia sotto attacco, ci sentiamo però di sottolineare e sostenere le peculiarità di questa formazione sociale, basilare al vivere collettivo e civile, dando voce al nostro pensiero, esprimendo, il nostro più totale dissenso a quanto andato in onda su Rai 3, nel programma “Alla Lavagna” sabato 19 Gennaio 2019 ore 22:00.

In un passaggio viene citato da Luxuria quanto segue:
“Io quando sono nato ero un maschietto ma non ero contento di essere maschietto, sentivo dentro di me di essere una bambina, mi piaceva giocare con le bambole, sentire i profumi femminili che usava mia mamma in bagno (...) Questa bambina che stava dentro di me per me era come una principessa chiusa nel castello, io la dovevo liberare. Ma non veniva nessun principe a liberare questa principessa, la dovevo liberare io, così un giorno ho deciso di confessarmi a tutti, ai miei compagni di classe e sono diventata quello che sono".
Quanto andato in onda è una Rieducazione di GENERE, che la Scuola ed il servizio pubblico della Rai, non possono fare aggirando le famiglie. Una lezione del Sig. Vladimiro Guadagno (in arte Luxuria) rivolta a bambini tra i 9 e i 12 anni naturalmente del tutto impreparati a elaborare e ricevere in modo corretto e critico un tema delicato, controverso e complesso come il cambio di sesso e il fenomeno del cosiddetto transessualismo.
Un conto sono percorsi educativi che - in stretto e imprescindibile accordo con le famiglie dei minori - creino dimensioni di rispetto e inclusione verso ogni diversità, privilegiando la persona al di sopra di tutto e prevenendo qualsiasi comportamento discriminatorio e violento; ma la trasmissione in questione ha davvero oltrepassato il limite proprio di uno spazio pubblico, imponendo una visione ideologica e unilaterale.
Riteniamo che l'innocenza e la purezza dei bambini, vada tutelata, sapendo quali impronte indelebili possono essere impresse nelle loro coscienze: venga quindi, ristabilito il pluralismo, la serietà scientifica e la democrazia, non dimenticando quanto la Sacra Bibbia affermi sui bambini.
Pertanto, riteniamo importante segnalarvi alcuni passaggi della Sacra Bibbia sui bambini e come il Signore Gesù considerasse ed avesse a cuore la loro purezza. Speriamo che questi versi, possano suscitare un giusto sentimento anche da parte delle Istituzioni Nazionali in Rai e Politiche, affinchè possiate prendere le dovute contromisure, proteggendo L’UNICO PATRIMONIO, che ci è rimasto, i BAMBINI.
Matteo 18:3 «In verità vi dico: se non cambiate e non diventate come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli.
Matteo 19:14 Ma Gesù disse: «Lasciate i bambini, non impedite che vengano da me, perché il regno dei cieli è per chi assomiglia a loro».
Marco 9:37 «Chiunque riceve uno di questi bambini nel nome mio, riceve me; e chiunque riceve me, non riceve me, ma colui che mi ha mandato».
L'esposto formulato é firmato da migliaia di genitori, sicché attendiamo un intervento deciso e inequivocabile. Quali genitori attenti e vigili ma responsabili dei bisogni educativi e dei percorsi di apprendimento, richiediamo che non accada mai più che sulle reti nazionali Rai, di cui siamo contribuenti, vadano in onda programmi inerenti a personaggi, la cui notorietà è raggiunta dalle proprie scelte personali in opposizione alla naturale identità umana secondo principi legislativi e biblici. E' nostro dovere riconoscere che il Servizio Pubblico Emittente e la Scuola Pubblica, rappresentata dal popolo italiano, non possano arrogarsi il diritto di raccontare ciò che per noi Cristiani Evangelici, mi permetto di rammentarvi tre milioni circa di membri, rappresentino depravazioni o sviamento al corso naturale della vita.
La nostra franchezza è funzionale alla credibilità e alla linea di coerenza per promuovere dialogo e conoscenza nel tessuto sociale, vogliamo dare voce a tutti coloro che si richiamano dunque alla concezione classica della famiglia ed alla protezione dei propri figli. Quali madri e padri evangelici fondati sulla e nella Parola di Dio, desideriamo esprimere quello che la Bibbia afferma e quindi preservare i bambini da insegnamenti infausti.
In accordo con la Parola di Dio continuiamo a pregare per voi, per tutto il Governo e per le Istituzioni della Repubblica Italiana.
Nel porgervi i nostri più distinti saluti, vi auguriamo un buon lavoro.
Con osservanza

Il Presidente
Giovanbattista Bondesan
Movimento Evangelico Famiglie Italiane

 

Associazione di Volontariato Movimento Evangelico Famiglie Italiane
Via G. Salvemini 102 – c.a.p.  71122 Foggia – Infotel +39 3292196653
info@famiglievangelicheitaliane.it  www.famiglievangelicheitaliane.it